don Giovanni Colletto (1881-1953)


La Scuola è intitolata a don Giovanni Colletto (1881-1953), canonico, insigne studioso ed attento ricercatore della storia locale. Dopo aver conseguito gli studi ginnasiali presso il liceo classico “Guido Baccelli”, entra nel Seminario Arcivescovile di Monreale e riceve l’ordinazione presbiterale il 21 settembre del 1907 dall’arcivescovo Domenico Lancia di Brolo.
Durante la prima guerra mondiale è impegnato al fronte come cappellano, ricevendo una medaglia di bronzo al valor militare. Tornato nella sua città, don Giovanni Colletto si dedica all’insegnamento di latino e greco al Liceo Classico “Guido Baccelli” e alla ricerca, appassionata e attenta, della storia locale.
Tra le sue pubblicazioni più significative la  “Vita del Beato Bernardo da Corleone” e la “Storia della Città di Corleone” che rimane, ancora oggi, “la base di ogni ricerca storica su Corleone, essendo rimasta unica, forse anche perché qualsiasi riscrittura sarebbe comunque risultata per grandi parti un doppione” (N. Anselmo, Corleone, Palladium Editrice, 2000 pp.79-80).
Questi lavori, per la loro importanza, sono stati più volte ristampati nel corso del XX secolo.
Importante è, anche,  l’inedita traduzione dal latino della Vita di San Leoluca Abate. La notorietà letteraria gli è valsa la nomina a direttore della Biblioteca Comunale. A lui la Giunta Comunale di Corleone ha intitolato, nel 1953, una delle vie della Città. Al don Colletto, maestro e uomo di cultura, la nostra Scuola ha, inoltre, voluto dedicare il “Premio di Poesia”, giunto ormai alla VII edizione.